Maglie (Lecce). I Threejazz in concerto

fonte: http://www.iltaccoditalia.info/sito/index-ev.asp?id=1986

Primo appuntamento di una serie di serate live nei giardini del Principe Lounge Bar di Maglie. 

Giovedì 25 giugno ore 21.30, ingresso gratuito sarà di scena Threejazz, il trio composto da Raffaele Casarano (sax e elettronica), Marco Bardoscia (contrabbasso e elettronica) ed Ettore Carucci (piano). 
Un diverso modo di concepire gli standard del jazz, Threejazz interpreta i classici creando nuove linee armoniche, melodiche e ritmiche attraverso elementi elettronici e acustici. 
Un trio affiatato con alle spalle numerose collaborazioni, nato dall’avventura del “Locomotive”, progetto originale e poliedrico che riunisce alcuni tra i migliori jazzisti salentini. 

Raffaele Casarano si avvicina allo studio del saxofono all’età di sette anni con una forte passione per la musica, in particolare il jazz, intraprende gli studi con il M° Fabio Sammarco docente presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari. Si diploma in saxofono nel luglio 2004 presso il Conservatorio di musica “T. Schipa” di Lecce, frequenta successivamente master class con artisti come Dave Liebman, Emiliano Rodriguez, Maurizio Giammarco. Ha collaborato ed inciso con: Paolo Fresu, Philip Catherine, Buena Vista Social Club, Javier Girotto, Massimo Manzi, Andrea Braido, Giovanni Imparato, Lincoln Goines, Mark Soskin, Benjamin Henocq, Mimi Verderame, Yuri Goulbev, Tino Tracanna, Maurizio Giammarco, Roberto Ottaviano, Eddy Palermo, Meridiana multi_jazz orchestra, Andrea Pozza, Gianluca Petrella, Patrizia Conte, Ensemble Notte Della Taranta, Franco Califano, Negramaro, Moni Ovadia, Anonima folk, Riccardo Pittau, Opa Cupa, Manigold, Vertere String 4tet, Marian Serban, Après La Classe, Bachire Gareche, Dario Muci. Nel 2005 incide insieme ai Locomotive “Legend” (Dodicilune records). 
“Replay” è il suo ultimo lavoro uscito per Universal Music su etichetta EmArcy. 
Raffaele Casarano è inoltre l’ideatore e il direttore artistico del Locomotive Jazz Festival, la rassegna di jazz internazionale che quest’anno giunge alla sua IV Edizione. 


Marco Bardoscia intraprende lo studio del basso all’età di dieci anni, a quindici si iscrive alla classe di Contrabbasso del conservatorio Tito Schipa di Lecce dove consegue il diploma nel 2005 sotto la guida del M° Leonardo Presicci. Durante gli anni del conservatorio va maturando una forte passione per la musica Afroamericana, comincia a trascrivere i grandi maestri del jazz e studia gli standards, pane quotidiano di ogni jazzista, colleziona tra l?altro esperienze musicali di vario tipo spaziando dal Rock al Pop alla World Music sino alla musica classica e al Jazz suonando in molti festival in Italia, Belgio, Germania e Francia. Nel 2002 frequenta le clinics di Umbria Jazz e vince il premio al talento emesso dal BERKLEE COLLEGE OF MUSIC di Boston (USA) e viene inoltre invitato come artista nell’ambito della rassegna Umbria Jazz Winter dello stesso anno. Nel 2005 è finalista con il Nicola Andrioli quartet nel concorso internazionale Ethno-Jazz svoltosi a Milano vincendo il secondo premio e la pubblicazione dei due brani eseguiti nella finale. Nel 2006 vince il premio Jimmy Woode come miglior contrabbassista (premiato da una giuria composta tra gli altri da Buster Williams e Giorgio Rosciglione) nel concorso Ronciglione jazz festival nel quale si classifica terzo con il Francesco Saguto Quintet. Ha all’attivo diverse incisioni discografiche come side man ed è appena stato pubblicato il suo primo disco da Leader dal titolo “Opening” con ospite Gianluca Petrella, acquistabile su internet all’interno del sito www.jazzos.com. Ha collaborato e inciso con: Paolo Fresu, Paolo Di Sabatino, Maurizio Giammarco, Carlo Atti, Max Ionata, Gianluca Petrella, Tiziana Ghiglioni, Roberto Ottaviano, Fabio Zeppetella, Fabrizio Bosso, Daniele Scannapieco, Gaetano Partipilo, Eddy Palermo. 

Ettore Carucci pianista, compositore, inizia a suonare il pianoforte all’età di quattro anni, diplomandosi nel corso degli anni in pianoforte classico. Musicista di Jazz, le sue prime esperienze risalgono al 1989 con una Orchestra Jazz locale “Taras Jazz Forum” e con un quintetto Jazz composto da veterani del Jazz Tarantino. Nel 1993/94 frequenta il seminario di Siena Jazz e Umbria JAZZ vincendo due borse di studio. Approfondisce lo studio del Jazz con il Pianista Danilo Rea,Ray Santisi,Paul Schmelling. Ha collaborato con:Tony Scott, Bob Mintzer, Rachel Gould, Sarah Jane Morris, Mariapia Devito, Kim Plainfield, Massimo Moriconi, Maurizio Dei Lazzaretti, Maurizio Giammarco, Marco Tamburini, Philip Catherine, Massimo Manzi, Marco Vaggi,Philippe Aerts, Mimì Verderame, Pietro Iodice, Carol Sudhalter,Stan Bielski, Myrna Lake, Maria Puga Lareo, Jed Levy, Joy Garrison, Artur Miles, Eddy Palermo, Paolino Dalla Porta, Mario Raja, Pietro Tonolo, Cicci Santucci, Enzo Scoppa, Sonny Fortune, Lincol Goines, Andy Gravish, Paolo Fresu, Carlo Atti, Max Ionata, Aldo Vigorito, Attilio Zanchi, Ben Street, Adam Cruz, Ron Seguin, Gianni Cazzola, Fabio Zeppetella,Tullio De Piscopo, Tiziana Ghiglioni, Marcello Rosa, Silvano Chimenti, Roberto Ottaviano, Manu Roche, Matt Demeritt, Patrizia Conte, Carlo Bagnoli, Stefano Bagnoli, Marco Ricci,Orchestra della Magna Grecia, Jazz studio Orchestra. Ha realizzato Spot pubblicitari per la Rai, colonne sonore per documentari, trasmessi da Rai Inernational. 

Maglie (Lecce). I Threejazz in concertoultima modifica: 2009-06-26T18:57:26+02:00da uhjazzjebell
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento